Guido La Regina Quotazioni, valore e valutazione opere

Guido La Regina nasce a Napoli nel 1909 e ha frequentato le scuole tecniche. Nel 1923 si è iscritto all'istituto d'arte, dove ha studiato incisione con L. Leggi la biografia completa

Possiedi un’opera di Guido La Regina e vuoi venderla? Affidala a noi. Abbiamo già trattato 1 opera di Guido La Regina  venduta a prezzo superiore rispetto alla stima iniziale.

Richiedi una valutazione gratuita

I nostri esperti sono sempre a disposizione per effettuare valutazioni gratuite e confidenziali.
 

Scegli una delle seguenti modalità:

  1. Invia una richiesta online
  2. Scatta una fotografia e inviala via WhatsApp al numero 339.9908224 
  3. Telefona al Numero Verde 800 9742 41
  4. Scrivici a valutaopera@capitoliumart.it
  5. Prenota un appuntamento
Esperto che effettua una valutazione di opere d’arte

Biografia di Guido La Regina

Guido La Regina nasce a Napoli nel 1909 e ha frequentato le scuole tecniche. Nel 1923 si è iscritto all'istituto d'arte, dove ha studiato incisione con L. Balestrieri. Nel 1926 ha eseguito due xilografie per la novella di S. Di Giacomo Pesci fuor d'acqua e ha esposto alcune incisioni alla Biennale di arti decorative di Monza. Nel 1929 e nel 1931 si è recato a Parigi e in Germania per approfondire la conoscenza delle ricerche cubiste, dell'espressionismo tedesco e dell'uso del colore. Nel 1931 si è diplomato, ma non ha aderito al Sindacato fascista di belle arti.
Non potendo partecipare alle esposizioni artistiche ufficiali, si è dedicato alla grafica, allestendo una mostra di xilografie al Circolo della stampa e pubblicando due raccolte di incisioni. Nel 1940, richiamato alle armi, ha preso parte alle operazioni di guerra in Africa settentrionale. Nel 1942 è stato inviato come corrispondente di guerra presso il comando della 2a armata di stanza a Sušak, presso Fiume. Prima della fine del conflitto, ha allestito una mostra ad Abbazia e ha eseguito due pale d'altare per la chiesa di S. Maria Annunziata con S. Benedetto e S. Rita.
Nel 1946 si è trasferito a Roma, dove ha organizzato il Sindacato pittori e scultori aderente alla CGIL. Nel 1947, in qualità di segretario, ha allestito nel palazzo di Venezia la I Mostra del Sindacato provinciale delle arti figurative. Tuttavia, si è dimesso subito dall'incarico per dedicarsi unicamente alla ricerca artistica. Ha coltivato anche la scultura, la progettazione di gioielli e la lavorazione della ceramica, ottenendo buoni riconoscimenti alla II Mostra delle maioliche di Deruta.
Nella sua pittura, ha elaborato una più salda costruzione compositiva e cromatica, suggerita dalla visione delle opere di M. Rothko e poi maturata attraverso i contatti con il Medio Oriente. Ha utilizzato stesure sovrapposte di pigmento o l'impiego di stucco e sabbia per ottenere effetti plastici sulle sue tele. Guido La Regina è morto nel 1995.

© 2024 Capitolium Art | P.IVA 02986010987 | REA: BS-495370 | Capitale Sociale € 10.000 | Er. pubbliche 2020

Privacy policy Cookie Policy Preferenze Cookie Credits

Dati personali

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio

Dati opera

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Trascina qui per caricare
o
Seleziona file
Campo obbligatorio Peso massimo dell'immagine 20MB

Campo obbligatorio
C'è stato un problema. Contatta il supporto.
Grazie
La tua richiesta è stata inviata con successo.
Ci metteremo in contatto con te il prima possibile.

Dati personali

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio

Dati opera

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Trascina qui per caricare
o
Seleziona file
Campo obbligatorio Peso massimo dell'immagine 20MB

Campo obbligatorio
C'è stato un problema. Contatta il supporto.
Grazie
La tua richiesta è stata inviata con successo.
Ci metteremo in contatto con te il prima possibile.