Gio Ponti & Emilio Lancia Quotazioni, valore e valutazione opere

Emilio Lancia (1890 - 1973) Architetto e designer nato a Milano nel 1890 frequenta i corsi di architettura al Regio Istituto Tecnico Superiore di Milano. Amico di Giò Ponti (1891- 1979) nel 1915 con lui interrompe gli studi e si iscrive all'Accademia Militare di Torino e parte per il fronte. Leggi la biografia completa

Possiedi un’opera di Gio Ponti & Emilio Lancia e vuoi venderla? Affidala a noi. Abbiamo già trattato 15 opere di Gio Ponti & Emilio Lancia   vendute a prezzi superiori rispetto alla stima iniziale.

Richiedi una valutazione gratuita

I nostri esperti sono sempre a disposizione per effettuare valutazioni gratuite e confidenziali.
 

Scegli una delle seguenti modalità:

  1. Invia una richiesta online
  2. Scatta una fotografia e inviala via WhatsApp al numero 339.9908224 
  3. Telefona al Numero Verde 800 9742 41
  4. Scrivici a valutaopera@capitoliumart.it
  5. Prenota un appuntamento
Esperto che effettua una valutazione di opere d’arte

Alcune opere di Gio Ponti & Emilio Lancia già presentate in asta

Biografia di Gio Ponti & Emilio Lancia

Emilio Lancia (1890 - 1973) Architetto e designer nato a Milano nel 1890 frequenta i corsi di architettura al Regio Istituto Tecnico Superiore di Milano. Amico di Giò Ponti (1891- 1979) nel 1915 con lui interrompe gli studi e si iscrive all'Accademia Militare di Torino e parte per il fronte. Al ritorno dalla guerra torna a Milano e si laurea nel 1919. Nel 1920 partecipa alla I Esposizione Nazionale di Arte Sacra di Venezia e l'anno successivo presenta due disegni alla I Mostra di Architettura promossa dalla Famiglia Artistica di Milano. Nella seconda metà degli anni Venti apre una collaborazione con Ponti e con lui nel 1927 fonda, insieme a Chiesa, Buzzi, Marelli e Venini il gruppo "Il Labirinto". Nel 1928 Lancia, insieme a Giò Ponti, firma un accordo con La Rinascente per la commercializzazione di una serie di mobili e complementi d'arredo, tra cui anche alcune ceramiche, che recano il marchio "Domus Nova". Per Ponti disegna alcuni servizi da tavola in ceramica prodotti dallo stabilimento milanese Ginori San Cristoforo. Nello stesso anno una sua scrivania a ribalta in radica di olmo è presentata alla Biennale di Arti Decorative di Monza e nel 1930 è alla IV Triennale di Monza Nel 1933 Lancia interrompe la collaborazione con Ponti, apre uno studio per proprio conto e si dedica prevalentemente all'architettura; Arredare e disegnare mobili diventa da allora un impegno solo saltuario. Interrotta l'attività di architetto negli anni della guerra, alla fine degli anni Cinquanta si ritira a vita privata. Muore a Besozzo, nel 1973.

© 2024 Capitolium Art | P.IVA 02986010987 | REA: BS-495370 | Capitale Sociale € 10.000 | Er. pubbliche 2020

Privacy policy Cookie Policy Preferenze Cookie Credits

Dati personali

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio

Dati opera

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Trascina qui per caricare
o
Seleziona file
Campo obbligatorio Peso massimo dell'immagine 20MB

Campo obbligatorio
C'è stato un problema. Contatta il supporto.
Grazie
La tua richiesta è stata inviata con successo.
Ci metteremo in contatto con te il prima possibile.

Dati personali

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio

Dati opera

Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Trascina qui per caricare
o
Seleziona file
Campo obbligatorio Peso massimo dell'immagine 20MB

Campo obbligatorio
C'è stato un problema. Contatta il supporto.
Grazie
La tua richiesta è stata inviata con successo.
Ci metteremo in contatto con te il prima possibile.